Alla scoperta di Artesina

Condividi questa pagina
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   

Oggi vi descriverò un paesino di montagna, la cui economia è basata esclusivamente sul mondo dello sci e sul turismo estivo: si tratta di Artesina.
Questa località sciistica è situata ad una quota di 1400 metri e dista poco più di 25 km da Mondovì e dall’autostrada Torino/Savona.
Artesina è stata costruita intorno agli anni sessanta da un gruppo di Signori Liguri che credevano fortemente in una stazione poco distante e  comoda anche dalla Liguria, ma allo stesso tempo ricca di inverni molto nevosi.

Alla fine degli anni novanta, Artesina e Prato Nevoso ski decidono di unire gli impianti di risalita. Fu così che  nacque un bellissimo comprensorio sciistico, denominato Mondole ski, che è attualmente il primo, per chilometri di pista, nel Cuneese.
Questa stazione sciistica ha intrapreso una scelta, che negli anni ha sempre acquisito più importanza, ovvero la costruzione di uno skilift sulla Turra. Quest’ultima è posta ad una quota di 2000 metri e garantisce sempre piste innevate anche quando, ormai a Valle non si trova più alcuna traccia di neve.

Alla scoperta di Artesina
Piste-della-Turra

La Turra, oltre ad avere un bellissimo skilift dispone anche di un tapis roulant per i principianti. Per raggiungere questo meraviglioso luogo è necessario salire sulla seggiovia che parte da Artesina 1400.

In questo ultimo decennio, causa l’innalzamento delle temperature e le scarse precipitazioni nevose, Artesina S.p.A., per garantire piste sempre innevate, ha dovuto creare un impianto di neve artificiale.

Questa società a parer dello scrivente, ha sempre cercato di soddisfare qualsiasi tipo di cliente, curato le piste e gli impianti di sci, cercando ogni anno di migliorarli per star al passo con i tempi.
Artesina S.p.a ha realizzato, per la stagione estiva e per attirare più turisti possibili, il  Bob estivo, il Bike Park e vari eventi.

Alla scoperta di Artesina
Bob-estivo

Il Bob estivo si snoda lungo i pendii della pista da sci Colletto tra curve ampie e saliscendi, sempre nel rispetto della massima sicurezza e delle norme vigenti.

Il bike park invece, si snoda su due tracciati di diversa difficoltà: uno adatto a tutti soprattutto ai principianti chiamato “pista primavera” ed il secondo, molto più complesso, denominato “Gaviot”.
Inoltre da pochi anni, nel periodo estivo, viene praticata un’altra attività, la Summer Tubing,  che consiste in una divertente discesa a bordo di ciambelloni gonfiabili.

Questa località dispone inoltre, di molti hotel atti a soddisfare tutte le esigenze ed a garantire una vacanza in pieno relax.

Colgo l’occasione per consigliare a tutti di venire a scoprire Artesina!!!

Baita-sulle-piste-di-Artesina