DAVIDE PREVE E FRANCESCA GHELFI SI CONFERMANO ALLA BARGE – MONTEBRACCO

Circa 1000 metri di dislivello più sotto, dalla sua casa di Envie, Marius ha assistito all’impresa dei 101 protagonisti della 8° edizione della classicissima di Corsa in Montagna (sola salita) Barge – Montebracco. Chiedendo scusa ai Campioni è da lui che vogliamo partire a raccontare di questo fenomenale mix di sport e solidarietà che ha caratterizzato i sentieri che dalla bargese Piazza della Madonna salgono, via Trappa, alla Croce di Envie sulla cima della “Montagna di Leonardo”: 7,7 km di lunghezza e 970 mt di dislivello.

Oggi, domenica 18 ottobre 2020, è stato il giorno del suo 35° compleanno ed è soprattutto per lui che la Podistica Valle Infernotto ha allestito, tra mille difficoltà burocratiche ma in piena sicurezza l’evento con la fattiva collaborazione della Fidal Piemonte.

Marius ha bisogno di cure per cercare di tornare ad una vita normale e la risposta di atleti, amici e semplici cittadini è stata portentosa dal punto di vista umano e dal punto di vista economico! Un grande aiuto per un grande amico. Grazie a tutti e complimenti alla società dei “diavoli” che per un giorno almeno ha assunto sembianze paradisiache! Lo sport, soprattutto lo sport di montagna, è capace quando serve di implementare l’agonismo con la solidarietà.

La gara ha visto una partecipazione altamente qualificata sia in campo maschile che femminile. Per quanto riguarda gli uomini, a tentare di avvicinare lo storico record di Bernard Dematteis (42’15”) ci hanno provato Davide Preve (Roata Chiusani), Lorenzo Becchio (Atletica Pinerolo) e Paolo Bert (Pod. Valle Infernotto) finiti poi nell’ordine citato nella classifica finale con i tempi rispettivi di 47’01”, 47’50” e 48’52”. In campo femminile invece era presente la detentrice del record, quella Francesca Ghelfi, astigiana della Podistica Valle Varaita che con la sorella Erica fa sorridere il selezionatore della rappresentanza nazionale di specialità Paolo Germanetto. In questo caso il record precedente (53’52”) è stato frantumato con uno strepitoso 52’14” che l’ha collocata nella 7° posizione assoluta! In 52’35” la sorella maggiore Erica conquista la seconda piazza mentre dalla Valle d’Aosta (Atl. Monterosa) è giunta la terza classificata Chiara Giovando (56’38”) sicuramente più a suo agio in distanze e tracciati più impegnativi.

C’è stato spazio per i giovani che hanno percorso l’intero tracciato: Giacomo Bruno (Atl. Pinerolo – 51’41”) vince tra gli Junior maschili (5° posto assoluto) seguito da Luca Paul Beitone (Pod. Valle Varaita – 56’54”) e Samuele Barale (Atl. Pinerolo – 1.02’50”). Nicolas Bouchard (Atl. Saluzzo – 49’25”) conquista la 4° piazza assoluta e la prima posizione nella categoria Promesse.

Su di un tracciato più breve, con traguardo alla Trappa, si sono misurate le atlete più esperte per le quali i premi vanno implementati da tanti applausi ed ammirazione: Graziella Stefani (S.D. Baudenasca) e Danile Bruno de Clarafond le protagoniste.

di Carlo Degiovanni

 

 

 

Erika Ambrogio
Informazioni su Erika Ambrogio 56 Articoli
Amo gli animali, la natura e tutto ciò che ha a che fare con la montagna.