Il Forte di Fenestrelle non deve morire!

Il Forte di Fenestrelle non deve morire!
La grande muraglia Piemontese
Condividi questa pagina
  • 852
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   

Dove si trova il Forte e come raggiungerlo

Il Forte di Fenestrelle, definito anche la “Grande Muraglia Piemontese”, si trova in Piemonte e più precisamente nella Provincia di Torino, proprio nel paese di Fenestrelle, piccolo Comune lungo la strada che da Pinerolo conduce a Sestriere. E’ situato all’interno del Parco Naturale Regionale Orsiera-Rocciavré.

Le indicazioni per raggiungerlo, possono essere viste impostando il punto di partenza da qui.

Storia e numeri del Forte

Il Forte di Fenestrelle è un’opera immensa, una grande muraglia con più opere fortificatorie, posto a sbarramento della Val Chisone contro le invasioni straniere. Per costruirlo ci vollero 122 anni di lavoro. I primi cantieri iniziarono nel 1728, sotto la direzione dell’ing. Bertola e si conclusero nel 1850.

Solo le dimensioni del Forte potevano spaventare chiunque: esso si estende sul crinale della montagna per una lunghezza di oltre 3 chilometri, con una superficie di 1.300.000  metri quadrati ed un dislivello fra il primo e l’ultimo fabbricato di circa 600 metri.

La Grande muraglia Piemontese è costituita da 8 opere difensive ognuna con il proprio ruolo difensivo e da 28 risalti. Tutte le strutture sono collegate tra loro tramite una “scala coperta” costituita da 4000 scalini. E’ altresi presente “la scala Reale” di 2500 gradini.

Il Forte fu sempre un presidio militare ma divenne anche prigione di Stato. Vennero richiusi personaggi famosi e persone comuni che avevano commesso svariati reati.

La Piazzaforte di Fenestrelle fu dismessa dall’esercito italiano nel 1947 e perse, così, il suo ruolo di struttura di interesse militare. Da quel momento iniziò il degrado:  vandalismo e saccheggio da parte degli uomini ed azioni distruttive delle murature da parte della vegetazione infestante. Quest’ultima cresciuta in modo incontrollato e selvaggio creò uno spettacolo di desolazione e di irreparabile rovina delle strutture.

La Rinascita del Forte

Dopo la Seconda Guerra Mondiale, sembrava quindi, che la grande fortezza dovesse morire dimenticata.

Fortunatamente nel 1990, un gruppo di volontari si riunì in associazione e studiò un progetto di recupero. La situazione della fortezza era molto grave, ma i volontari non si perdettero d’animo e lavorando duramente nel tempo libero, iniziarono a liberare il forte delle macerie e dalla vegetazione. Grazie alla loro forza di volontà, si sistemarono percorsi, si ricostruirono muretti, ponti, scalinate. Partirono così le prime visite guidate, i primi spettacoli ed iniziative culturali di vario genere, che servirono all’associazione per raccogliere risorse economiche per continuare nell’opera di recupero del Forte.

Grazie all’entusiamo ed all’impegno del volontari in questi trent’anni, il Forte di Fenestrelle ha riacquistato la sua dignità di fortificazione alpina più grande d’Europa ed è diventata meta di interesse turistico e storico, monumento simbolo della Città Metropolitana di Torino.

Il Forte oggi

Attualmente grazie al Progetto San Carlo – Forte di Fenestrelle Onlus, continuano ad essere organizzate le visite del Forte con tre diversi itinerari.

  1. Alla scoperta del San Carlo – durata circa  1 ora
  2. Un viaggio affascinante dentro le mura  – durata circa 3 ore
  3. La Passeggiata Reale –  durata tutto il giorno

Di quest’ultimo itinerario vi parlerò nel prossimo articolo, pertanto continuate a seguirmi!

Domani: Il Forte di Fenestrelle non deve morire!

Il Progetto San Carlo – Forte di Fenestrelle Onlus ha ricevuto, dal Demanio, il diniego del rinnovo della concessione diciannovenale del bene, che scade quindi nell’anno in corso.

Si rischia pertanto che il lavoro dall’associazione di oltre trent’anni venga vanificato, lasciando il Forte nuovamente in balia del degrado, per mancanza di continuità della gestione.

Personalmente mi auguro che l’associazione non venga estromessa dal Forte, ma che anzi venga dato il giusto valore a quanto i volontari sono riusciti a realizzare.

Così è in pericolo il futuro della Fortezza, con la probabile chiusura il 1 settembre del 2021, ma non solo. Anche tutto il turismo della Valle e di questo piccolo comune.

Il Forte di Fenestrelle non deve assolutamente morire, ma anzi deve continuare a splendere.

Erika Ambrogio
Informazioni su Erika Ambrogio 174 Articoli
Super Advisor del circuito PiemonteNet e Advisor PiemonteAlps . Amo gli animali, la natura e tutto ciò che ha a che fare con la montagna.