Monte Prapian, Lo Grumet e Monte Grum – Escursione – Valle Stura

Monte Grum

Data: 25/04/2022

Partenza: San Maurizio di Demonte (1038 m)

Quota massima: Monte Grum  (2366 m)

Dislivello: 1628 m

Distanza totale: 22 km circa

Difficoltà: E/EE a seconda delle condizioni

Accesso: raggiungere l’abitato di Demonte e svoltare verso il Vallone dell’Arma. Superati gli abitati di Fedio Sottano e Fedio Massolo, parcheggiare l’auto subito dopo la borgata di San Maurizio.

Oggi ho in mente di percorrere una lunga escursione ad anello che mi sono inventata io, osservando i sentieri sulla carta dei sentieri n. 7 “Valli Maira, Grana Stura”.

Dopo aver parcheggiato l’auto ci addentriamo nella borgata di San Maurizio di Demonte, senza aver la più pallida idea di dove possa essere il sentiero.

Pertanto, andiamo a tentoni. Ci portiamo dietro le abitazioni fino a quando scorgo una via. Il sentiero sale molto rapidamente. Poco dopo si raggiunge un bivio: è importare ricordarsi di svoltare a destra e non come abbiamo fatto noi a sinistra, in quanto da questo lato il sentiero si perde nel bosco, dove si trovano parecchi alberi caduti e da superare.

Monte Prapian, Lo Grumet e Monte Grum - Escursione - Valle Stura
Sentiero

Dopo diverse difficoltà, proprio per riportarci sulla destra verso il sentiero corretto, procediamo con l’escursione fino a raggiungere, seguendo il percorso “3”,  il colletto di Prà Collet. A destra abbiamo il Monte Sapea.

Procediamo lungo la via che scorgiamo, mentre davanti a noi, possiamo veder ancor da lontano una costruzione in legno.

Costruzione in legno

Da qui iniziamo a salire il pendio erboso, che a tratti presenta ancora qualche traccia di neve, caduta due giorni prima.

Pendio erboso

Il cielo è di un azzurro intenso, colore che sabato non ho potuto ammirare.

La vetta sembra sempre ad un passo, ma non lo è, e questo tratto oltre ad ingannare l’occhio, è molto faticoso.

Monte Prapian, Lo Grumet e Monte Grum - Escursione - Valle Stura
Tratto in salita verso il Monte Prapian

Con impegno e costanza, raggiungiamo il Monte Prapian (2204 m) dove non è presente alcun cartello indicatore. Intorno a me, un panorama immenso a 360°. Sembra di trovarsi in mezzo ad un sogno, visto la bellezza del luogo. La Valle Gesso e la Valle Stura con le sue cime innevate ed il verde sottostante colpiscono gli occhi e la mente.

Monte Prapian, Lo Grumet e Monte Grum - Escursione - Valle Stura
Valle Gesso

Continuiamo la nostra camminata fino al Passo Magnana (2215 m) ed in breve perveniamo al Lo Gromet (2300 m).

Monte Prapian, Lo Grumet e Monte Grum - Escursione - Valle Stura
Verso il Passo Magnana

Considerato che il Monte Grum non dista molto da qui, passo dopo passo arriviamo sulla cima a 2366 m.

Monte Grum

Indecisi sull’andare a toccare anche la vetta del Monte Bram (2357 m), optiamo poi per ritornare a Lo Grumet e da qui seguire il sentiero verso il Lago del Bram.

Monte Prapian, Lo Grumet e Monte Grum - Escursione - Valle Stura
Lo Grumet

Non appena perveniamo alla deviazione, sulla destra, per il Lago di Bram, ed avanziamo, ci rendiamo conto che la situazione è difficile in quanto da quel versante la neve accumulata è parecchia. Non ci perdiamo d’animo e lentamente, sprofondando, anche di parecchio, procediamo.

In alcuni brevi tratti la neve è portante ma per la stragrande maggioranza della via, non lo è affatto.

Riusciamo comunque a pervenire al lago, che è ancora ghiacciato, ed al vicino Bivacco Bernardi a circa 2200 m.

Monte Prapian, Lo Grumet e Monte Grum - Escursione - Valle Stura
Lago del Bram e Bivacco Bernardi

Poco dopo il bivacco svoltiamo a sinistra in direzione di San Giacomo di Demonte. In questa parte del percorso la neve è poca per cui riusciamo a procedere più speditamente.

Pannello indicatore

Scendiamo fino a quota 1850 al Gias della Sella e svoltiamo a sinistra salendo in direzione della Testa del Gardon (2102 m). La stradina sale dolcemente fino al Gias Gardon. Proseguiamo l’escursione fino al Gias Soprano del Saut (1952 m) e da qui svoltiamo a destra in direzione del sentiero P9.

Sentiero verso Gias Soprano del Saut

Lo stesso si stacca proprio sotto le costruzioni presenti e compie un lungo traverso quasi pianeggiante. Si attraversano due vallocelli fino a pervenire nei pressi dalla Rocca la Croce (1888 m).

Raggiunta una sella, svoltiamo a destra e da qui ha inizio la discesa vera e propria fino a Trinità di Demonte.

A questo punto proseguiamo il nostro giro sull’asfalto che, dopo circa 2 Km, ci permette di pervenire all’auto.

Siamo stanchi ma appagati è questa per me è una delle cose che conta e che mi fa continuare ad aver voglia di esplorare le nostre montagne.

 

 

Download file: Monte Prapian - Lo Grumet - Monte Grum.gpx
Erika Ambrogio
Informazioni su Erika Ambrogio 135 Articoli
Amo gli animali, la natura e tutto ciò che ha a che fare con la montagna.