Pan di Zucchero e Cima delle Rossette – Scialpinismo

Pan di Zucchero e Cima delle Rossette - Scialpinismo
Pan-di-Zucchero

Data: 22/05/2021

Partenza: Grange del Bersagliere 2370 mt (Pontechianale)

Quota massima: Pan di Zucchero 3210 m

Difficoltà: BS

Distanza: 12,7 Km circa

Dislivello: 1330 m circa

Curiosità: il Pan di Zucchero è una montagna delle Alpi Cozie, che si trova lungo il confine italo-francese. La cima delle Rossette (2909 m) invece divide il Vallone dell’Agnello da quello di Soustra.

Risaliamo la Valle Varaita, verso il Colle dell’Agnello e raggiungiamo Grange del Bersagliere. La strada è ghiacciata ed i nuvoloni si stanno spostando ad una velocità impressionante, segno che in quota c’è vento.

Abbandoniamo l’auto, e sci ai piedi iniziamo la nostra salita tenendoci subito sulla sinistra, in direzione della SP251. Considerato che ci sono “due dita” di neve mista ghiaccio procediamo sulla strada Provinciale.

Salendo-sulla-SP251

Superiamo il lago del Pic d’Asti  e poco prima della curva che piega verso sinistra, percorriamo, con diversi zig zag, la salita che ci porta a circa 2800 m, dove è presente il sentiero estivo che passa sul versante francese.

Pan di Zucchero e Cima delle Rossette - Scialpinismo
Visuale-sul-Pan-di-Zucchero-e-Pic-d’Asti

Da qui,  pieghiamo a destra, fino a raggiungere la base del Pan di Zucchero o Pain de Sucre.

Pan di Zucchero e Cima delle Rossette - Scialpinismo
Alla-base-del-Pan-di-Zucchero

Dopo un primo tratto con gli sci, decidiamo di metterci i ramponi ed iniziamo la salita del ripido pendio fino ad arrivare in prossimità della cima.  Superiamo l’ultimo tratto di cresta ed eccoci in vetta al Pan di Zucchero. Fa freddo, siamo a – 6° ed il vento ci sbatte sul volto granelli di neve.

Nonostante ciò, mi fermo ad ammirare il Visolotto, il Re ed il Dado di Vallanta. Pare di poterli toccare con un dito!

Pan di Zucchero e Cima delle Rossette - Scialpinismo
Visolotto-Monviso-Dado-di-Vallanta

Vicino a noi, bellissima, la Taillante. A destra il Pic d’Asti e lontano la Serre dell’Argentera, il Matto, il Brec de Chambeyron, l’Aiguille de Chambeyron e tantissime altre cime.

Visto che le mani si stanno congelando, è il momento di scendere. Prestiamo attenzione al primo tratto, dove diverse rocce affiorano dalla neve e poi invece ci divertiamo a sciare nel tratto più ripido. La luce e quindi la visibilità non è delle migliori, ma è bellissimo lasciare le nostre tracce sulla neve. Non ce ne sono altre!

Sguardo-verso-la-cima-delle-Rossette

Ripercorriamo il tratto fatto in salita, raggiungiamo il lago del Pic d’Asti, e quota 2550 m circa. Qui, decidiamo di ripellare e di salire sulla cima delle Rossette che si trova alla nostra sinistra.

Arrivati in vetta, scambiamo qualche parola con altre persone e ci rinfocilliamo.

Pan di Zucchero e Cima delle Rossette - Scialpinismo
Cima-delle-Rossette

Scendiamo cercando di evitare il più possibile le pietre e riusciamo a raggiungere l’auto con gli sci ai piedi!

Download file: Pan di Zucchero e Cima delle Rossette - Scialpinismo.gpx
Erika Ambrogio
Informazioni su Erika Ambrogio 197 Articoli
Super Advisor del circuito PiemonteNet e Advisor PiemonteAlps . Amo gli animali, la natura e tutto ciò che ha a che fare con la montagna.