Rocca di San Bernolfo – Cresta nord-est – Valle Stura

Rocca di San Bernolfo - Cresta nord-est - Valle Stura
Croce sulla Rocca di San Bernolfo
Tempo di lettura: 4 minuti

Data: 18/06/2022

Partenza: San Bernolfo (1072 m)

Quota massima: Rocca di San Bernolfo (2681 m)

Dislivello: 1190 m

Distanza totale: 10 km circa

Difficoltà: PD+

Curiosità: la Rocca di San Bernolfo sorge tra il vallone di San Bernolfo e quello di Collalunga.

Accesso: dirigersi verso la valle Stura e superare Vinadio. Arrivati all’inizio dell’abitato delle Pianche, svoltare a sinistra e raggiungere i Bagni di Vinadio. Seguire ora la stretta stradina asfaltata che va verso le borgate di Strepeis e Callieri. Poco prima di quest’ultima svoltare a destra per raggiungere San Bernolfo.

Lasciata l’auto lungo la strada, appena prima della borgata di San Bernolfo,  prendiamo la via che attraversa il torrente Corborant. Poco dopo svoltiamo a destra. La strada è sterrata ed ampia (sentiero P21), ma noi, per proceder più velocemente, saliamo per mezzo di scorciatoie che sono molto ripide. Giungiamo al rifugio De Alexandris – Foches (1910). Proseguendo perveniamo nei pressi del Coletto del Làus (1927 m).

Rocca di San Bernolfo - Cresta nord-est - Valle Stura
Nei pressi del Colletto Làaus

Poco prima svoltiamo a destra per il sentiero che sale dolcemente e che, con alcuni tornati, ci conduce al Chiot della Roccia, una conca pietrosa.

Chiot della Roccia

Giunti nei pressi di un ultimo larice svoltiamo a sinistra seguendo rari ometti. Ci inoltriamo così nella pietraia e poi viriamo leggermente a sinistra spostandoci verso un canalino molto ripido.

Rocca di San Bernolfo - Cresta nord-est - Valle Stura
canalino

Con fatica raggiungiamo la sommità dell’intaglio da cui possiamo ammirare il Lago di San Bernolfo (1913 m).

Rocca di San Bernolfo - Cresta nord-est - Valle Stura
Lago San Bernolfo

Ora, dallo zaino, prendiamo gli attrezzi del mestiere: imbrago, rinvii, secchiello, friend, fettucce e corda. Ci troviamo praticamente all’inizio della cresta nord-est che ci permetterà di raggiungere la Rocca di San Bernolfo.

Inizio della cresta nord-est

La cresta è formata da intagli, placche, torrioni, gendarmi.

Rocca di San Bernolfo - Cresta nord-est - Valle Stura
placca cresta nord-est

Saliamo e scendiamo da torrioni aguzzi, sempre sul filo di cresta. Prestiamo sempre molta attenzione perchè le rocce, gli appigli che ad un primo sguardo ci paiono stabili, poi in realtà non lo sono affatto.

Rocca di San Bernolfo - Cresta nord-est - Valle Stura
Cresta

Da non sottovalutare inoltre la lunghezza del percorso in cresta. Quando superi un tratto e pensi di essere arrivato in cima, invece, ti trovi davanti un nuovo scoglio da superare!

I passaggi sono al massimo di III grado, ma occorre valutare sempre attentamente dove passare.

Rocca di San Bernolfo - Cresta nord-est - Valle Stura
Tratto in discesa della cresta

Finalmente dopo diverse ore, scorgiamo la croce di vetta. Ultimo tratto e siamo finalmente in cima alla Rocca di San Bernolfo.

Rocca di San Bernolfo - Cresta nord-est - Valle Stura
Croce sulla Rocca di San Bernolfo

Il cielo non è bellissimo e fa parecchio caldo. Decidiamo, pertanto, di scendere verso il colletto che anche nelle cartine non ha alcun nome, e che si trova a 2555 m.

Al Colle senza nome

Poi proseguiamo per il sentiero P63 che inizialmente presenta numerosi tornanti.

Sentiero di discesa P63 dal colletto senza nome

Da qua possiamo ammirara tutta la cresta che abbiamo appena percorso!! E’ veramente lunga!

Dopo una lunga discesa raggiungiamo così il Rifugio De Alexandris-Foches e poi continuiamo per la via e le scorciatoie fatte nelle prime ore del mattino.

Download file: Rocca San Bernolfo cresta nord est.gpx
Erika Ambrogio
Informazioni su Erika Ambrogio 154 Articoli
Amo gli animali, la natura e tutto ciò che ha a che fare con la montagna.